• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Donna numero 4/Nessuno ci guarda

dal 16 Aprile 2013 al 21 Aprile 2013 - Segnalato da Artinconnessione
|

info:
Teatro vascello, via Giacinto Carini 78, Roma

Per i gruppi da 1 a 10 persone: 10 euro ciascun biglietto;
Per i gruppi di almeno 11 persone: 8 euro ciascun biglietto.
Per prenotare in promozione:
Artinconnessione_Valeria Ranieri 331/2428650 / promozione.artinconnessione@gmail.com

Donna numero 4/Nessuno ci guarda Spiazzante, adrenalinica, divertente...torna Eleonora Danco, con due emozionanti atti unici: "Donna numero 4", in prima nazionale, e "Nessuno ci guarda", la performance che ha entusiasmato pubblico e critica. Irrefrenabile in scena, il suo corpo schizza come il ritmo che da alle parole di personaggi senza pace. I suoi testi sono estremi e poetici..sempre in contro tendenza...da non perdere...
Di e con Eleonora Danco, con il Patrocinio Expo Milano 2015
Scritto su commissione di Expo Milano 2015, con al centro il tema dell'Esposizione Universale di Milano: Nutrire il pianeta-Energia per la vita”
Lo spettacolo è stato pubblicato da Skirà ed Expo Milano 2015 nel volume “Storie di cibo, racconti di vita” di Skirà edizioni.
"Ho lavorato su un testo fisico, parole come fili cavi che creano ritmi, connessi al corpo umano. Il corpo di una ragazza, una figura femminile, che potrebbe essere anche maschile, un personaggio che passa inosservato all'esterno, con un mondo interiore deformato che palpita. Il suo rapporto con il cibo è un metronomo attraverso il quale decide di organizzare la vita, senza errori. Evitare aperitivi, cene, non compra niente, neanche le uova la farina, niente. Modificare il corpo per cancellare i ricordi. Le cose che mangiamo sono un'assunzione di responsabilità, per lei sono uno scopo. Riuscire ad essere metodici. Il cibo diventa anche uno scontro con l'esterno, la realtà urbanistica; nei musei, librerie, metropolitane, ovunque c'è un luogo per mangiare. Gli odori la obbligano alla memoria. I sughi, i soffritti, le scamorze alla piastra nei bar all'una e mezza. Immagini che affollano la sua testa, un bacino di attrazioni e rifiuti, drastiche decisioni. Come andare avanti se tutto intorno la riporta indietro? In scena con lei, si aggirano delle persone. A tratti la umiliano, la eccitano. Non smettono mai di muoversi. Sono l'inconscio del personaggio. Un movimento continuo ai margini del cervello. Donna numero 4 sa di essere un'adulta, dal latino: “cresco (ond'anche Adolescente) nutrire, cresciuto negli anni e nella persona, quanto basta per avere intelletto e discernimento”. Eleonora Danco

Nella seconda parte sarà rappresentato il primo e breve atto unico di Eleonora Danco, "NESSUNO CI GUARDA", pubblicato da Minimum fax. I condizionamenti ricevuti nell'infanzia, nella vita adulta. Ispirato alla pittura di Jackson Pollock.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali