• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Il romanticismo musicale russo tra fantasia e realtà

il 08 Marzo 2020 - Segnalato da Giampiero Bruno
|

info:
Incontri Musicali del Visconti Chiesa Vladese p.zza Cavour domenica 8 arzo ore 18,00 ingresso libero. Il romanticismo russo tra fantasia e realtà pianista Giampiero Bruno. info 3333919550
http://www.concorsovisconti.it/concerto%20marzo%202020.htm

Incontri musicali del Visconti domenica 8 marzo ore 18,00 p.zza Cavour Roma ingresso libero.
La fondazione Granese organizza il secondo concerto vede come protagonista il pianista Giampiero Bruno con un programma dedicato al romanticismo russo mettendo a confronto due grandi compositori quali Pyotr Ilyich Tchaikovsky e Modest Mussorgsky. Le Stagioni, composizione di Tchaikovsky, si articola in dodici miniature ciascuna dedicata ad uno dei mesi dell’anno, la fantasia e l’intimità musicale pervadono tutta l’opera riuscendo a creare un’atmosfera sognante. La sua scrittura coniuga la tradizione musicale popolare russa con la sensibilità musicale e culturale francese e tedesca, nella realizzazione di un linguaggio sicuramente personale, ma non limitato ad un contesto nazionale. Con I “Quadri di un’esposizione” di Mussorgsky l’atmosfera cambia radicalmente, la sua musica è estremamente innovativa protesa nella ricerca di nuove sonorità sempre però facendo riferimento alla propria tradizione musicale dove si percepisce l’impegno politico. L’opera è composta da dieci brani, ispirati ai quadri dell’architetto, suo amico, Hartmann, e sei "promenades" (passeggiate), che rappresentano il movimento dell'osservatore da una tela all'altra. Le promenades (non tutte intitolate così nella versione originale, ma chiaramente riconoscibili) presentano sempre lo stesso tema, con variazioni più o meno sensibili, quasi a far risaltare i diversi stati d'animo che pervadono il compositore per il quadro appena visto. La ripetizione del tema funge inoltre da elemento di coesione in una composizione altrimenti episodica, basata sui forti contrasti tra un soggetto e l'altro.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali