• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Dei delitti e delle Passioni nella Vita di Coppia

dal 03 Dicembre 2010 al 04 Dicembre 2010 - Segnalato da ARPCI - Scuola quadriennale di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo - Interpersonale
|

info:
3 - 4 dicembre 2010
ore 9,00 - ore 18,00

SEDE: CEIS - Via Attilio Ambrosini, 129 – Roma

Per maggiori informazioni:
www.arpci.it - segreteria@arpci.it
06 4452731 - 06 7180065
338 5678226 (dalle ore 9 alle ore 12)

Quota d'iscrizione Convegno:
-75,00 euro iva inclusa per studenti universitari, ex studenti Arpci e Specializzandi presso tutte le Scuole
-148,00 euro iva inclusa per tutti i professionisti

Convegno di criminologia e sessuologia con con Giorgio Rifelli, Vincenzo Mastronardi, Francisco Mele, Giuseppe Fabiano.

Perché la violenza nella coppia?
Quando la coppia diventa violenta?
Quando il nemico è all’interno delle mura domestiche?
Quanta complicità esiste tra i componenti della coppia nei confronti del mondo esterno?
Quale ruolo hanno svolto le rispettive famiglie d’origine?
Quando l’aggressività prende il posto dell’affettività?
Quale è il confine tra la patologia e il reato?
Cosa differenzia il reato sessuale da altri tipi di violenze?
A tutte queste domande e altre ancora in queste due giornate di lavoro si cercherà di dare una risposta.
Esiste una violenza che si vive tra i partner che coinvolge il vivere quotidiano, l’affettività e la sessualità.
Poi si osserva la violenza che dalla coppia viene trasferita ai propri figli.
Infine la violenza che dall’interno della famiglia viene agita verso l’esterno fino a diventare reato.
Quale è il ruolo dello psicoterapeuta davanti a queste problematiche?
Niente è più mortifero di mettere a tacere i propri sentimenti profondi di ribellione contro i maltrattamenti perché si può forse sopravvivere a una infanzia di umiliazioni, ma non si può tornare a vivere davvero, riprendendosi l’esistenza se non dopo aver riconosciuto la rabbia e il dolore interno.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali