• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

GIULIAMNO GRITTINI-MARILYN.La storia del mito

dal 06 Maggio 2010 al 11 Giugno 2010 - Segnalato da beatrice cifuentes sarmiento
|

info:
Inaugurazione:
6 maggio 2010 ore 18.30
Periodo:
6 maggio 11 giugno 2010
Sede: Galleria del Palazzo -Coveri
Lungarno Guicciardini 19 50125 Firenze
Ingresso: Libero
Orario da martedi a sabato 11 13 – 15.30 -19
Ufficio stampa beatrice cifuentes- sarmiento beatrice@galleriadelpalazzo.com
Organizzazione Bruno Baglivo
Telefono +39 055 281044
info@galleriadelpalazzo.com

Giuliano Grittini nato a Milano nel 1951, vive e lavora a Corbetta.
Frequenta la scuola di Disegno Grafica, apprende le tecniche della litografia, serigrafia ed acquaforte, approfondisce l'arte della stampa.

[…] Una vita per la fotografia, una vita alla ricerca di testi antichi, manoscritti, codici miniati, quaderni d’infanzie scolastiche, stralci di pensieri bloccati qua e là e salvati dalla morte in vecchie biblioteche, antichi scaffali, gallerie... Una passione iniziata a sei anni, quella per la fotografia, e mai svanita, da indurre l’artista a fermare tutto ciò catturasse il suo occhio – foss’anche nell’istante più improbabile - per documentarlo, per donare ai suoi ritratti il massimo della carica espressiva, ai suoi bellissimi scatti in movimento intensità insolita, ai semi del suo presente il sapore di un vissuto collettivo.
Nelle fotografie di Giuliano Grittini la parola che si fa immagine rimanda alla creazione come evento poetico.. Nella dimensione poetica ed estetico/estatica dell’opera si scorge una profonda consapevolezza, un disegno meditato ed elaborato dalla particolare sensibilità dell’artista che carica un linguaggio profondamente silenzioso – la fotografia – di intima eloquenza di corpi e versi in un’eterna tensione dicotomica fra immagine e linguaggio, anima e corpo, terra e cielo Giuliano con le sue fotografie rielaborate a tempera, è in grado di restituirci per frammenti - come in una sequenza filmica – Alda Merini una poetessa che ama, guarda, osserva, provoca, seduce, sogna, gioca, passeggia, ascolta, dialoga, fuma, scrive, riposa, medita, si espone e si rifugia; una donna che è ghiaccio e fuoco, gioia e malinconia, un ossimoro intrinseco a se stessa[…] dal testo critico di Elena Abbiatici

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali