• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

La poesia della porcellana l'anima del vetro - Iko Itsuki e Izumi Oki artiste in Italia

dal 04 Marzo 2010 al 17 Aprile 2010 - Segnalato da Padme
|

info:
5 marzo – 17 aprile 2010
inaugurazione 4 marzo ore 18.30
Orari mostra: lun-ven 9-12.30/13.30-18.30 merc fino alle 17.30 sab 9.30-13
Istituto Giapponese di Cultura via Antonio Gramsci 74 00197 Roma
tel 06 3224754 / 94www.jfroma.it
ingresso libero
In collaborazione con la Fondazione Italia Giappone

Due artiste giapponesi accomunate da una lunga esperienza di vita e di lavoro in Italia: Izumi Oki,
che dell’arte e del vetro in particolare ha fatto una raison d’être che l’ha resa nota al grande
pubblico e Iko Itsuki, nelle cui raffinate porcellane si leggono poesia e sensibilità orientale, oltre a
tocchi e accostamenti cromatici provenienti dal mondo della moda.
Entrambe le artiste si esprimono, in maniera diversa, per mezzo di una materia fredda e
dura. Iko Itsuki, pittrice, sceglie la porcellana e attraverso tecniche di chiaro richiamo orientale la
decora di preziosi motivi; Izumi Oki, scultrice, non potendo plasmare o scalfire le lamine di vetro
che utilizza, le sovrappone creando delle sorprendenti forme geometriche tridimensionali.
Nonostante entrambe non operino nella loro terra d’origine sono frequenti e continui i riferimenti
alla cultura giapponese: Itsuki sceglie spesso colori, soggetti e motivi tradizionali, Oki fa trasparire
attraverso il vetro delle sue sculture la sua propensione al minimalismo, al design, all’estetica del
vuoto tipici di gran parte dell’arte giapponese. Mentre Itsuki comunica attraverso le eleganti scelte
cromatiche e i disegni, Oki esalta le proprietà e la trasparenza del vetro per mezzo di modulazioni
e giochi di luce.
La grande dimensione scelta da Oki per la mostra presso l’Istituto riempie lo spazio di una
concettualità impalpabile, densa ed essenziale come la fluidità e la permeazione interno/esterno
delle opere suggerisce, mentre Itsuki indaga il dettaglio, lo fa protagonista e narratore di una
personalità ricca e graziosa imbevuta della tradizione artistica e letteraria del Giappone

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali