• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Shoah e Yishuv - Israele, la Shoah, l'Europa

dal 26 Gennaio 2010 al 31 Gennaio 2010 - Segnalato da Martina - becleartobeclever
|

info:
Istituto Centrale per i beni sonori ed audiovisivi - via Michelangelo Caetani, 32 - Roma
Teatr'Arteria - l'edificio scenico - vicolo Scavolino, 64/A
INGRESSO GRATUITO


Ambasciata
d’Israele

Giorno della Memoria 2010
La memoria degli altri

con il patrocinio
Parlamento Europeo - Ambasciata della Repubblica d'Ungheria
Ambasciata della Repubblica Federale di Germania - Ministero degli Affari Esteri – Ministero per i Beni e le attività culturali - Regione Lazio - Provincia di Roma – Comune di Roma - Unione Comunità Ebraiche Italiane Fondazione Museo della Shoah
RAI Segretariato Sociale – CeRse Università Tor Vergata

e

con il sostegno
Ambasciata d’Israele
Fondazione Museo della Shoah

la Shoah e l'Yishuv
Israele, La Shoah, l’Europa

da un'idea di Vittorio Pavoncello

a Roma
Istituto Centrale per i Beni Sonori ed Audiovisivi 26 - 27 gennaio 2010
Teatr'Arteria - l'Edificio Scenico 31 gennaio 2010

Memoria e Storia lungi dall'essere dei sinonimi, come osserva lo storico Pierre Nora, vivono forti opposizioni: la memoria è la vita, un legame realizzato nell'eterno presente da gruppi di donne e uomini. Memoria è racconto di un vissuto in permanente evoluzione e può essere utilizzato in molti modi e a volte manipolato. La Storia di contro è ricostruzione sempre problematica e incompleta di ciò che non c'è più e in quanto operazione intellettuale e laicizzante, richiede analisi e discorso critico. La memoria degli altri, manifestazione giunta alla sua quarta edizione nata da un'idea di Vittorio Pavoncello in onore della Giornata della Memoria, negli anni precedenti ha affrontato il ricordo delle altre "vittime" dello stato nazista, disabili, omosessuali, rom, per una visione più complessa ed articolata del lavoro sulla "memoria". Il campo di indagine e dibattito scelto quest'anno per La memoria degli altri dal titolo “La Shoah e l’Yishuv” propone di cercare e ricercare quelli che sono stati i rapporti fra l'Europa degli Stati, ma anche quella delle comunità ebraiche, con l’allora nascente Stato d’Israele, chiamato prima della sua proclamazione ufficiale nel 1948, Yishuv. E' passando di continuo dall'una all'altra, Memoria e Storia, che si snoda il programma ideato e curato dal regista e autore Vittorio Pavoncello, e da Anna Foa, storica della Shoah, membri dell'associazione Ecad (Ebraismo Culture Arti Drammatiche). Si comincia martedì 26 gennaio presso l'Istituto Centrale per i beni sonori e audiovisvi con una tavola rotonda, coordinata da Anna Foa, in cui si discuterà della storia poco conosciuta del contributo degli ebrei dell'Yishuv alla guerra, del rapporto tra sionismo e Shoah e delle diverse memorie della Shoah, ponendo l'accento sul ruolo svolto dall'Europa. La serata del 26 gennaio vedrà protagonista la musica, presso l'Auditorium Sala Casella, il concerto Wing – Le ali del cuore ebraico, il soprano Valeria Fubini e la pianista Sonia Mazar ci conducono in una regione musicale nuova e affascinante: quella di musicisti ebrei che nella prima metà del Novecento hanno composto musiche sotto la scure dell’antisemitismo e delle persecuzioni naziste o si sono rifugiati in Terra d'Israele amalgamando la loro educazione musicale europea con il recupero delle più antiche tradizioni.
Si prosegue mercoledì 27 gennaio con alcune letture sulle Anime del sionismo a cura di Anna Foa seguite dall'incontro con la scrittrice Nava Semel, famosa ed apprezzata autrice di libri per ragazzi in cui affronta senza falsi pudori temi difficili come quelli del confronto tra la necessità del ricordo della Shoah e la spinta verso un futuro che per prendere forma sembra dover per forza dimenticare. Alle 17 si passa dalla letteratura della Semel alla voce di Carla Tatò che Nella lingua dei sogni leggerà poeti della Shoah e israeliani. Alle 18 in anteprima nazionale la proiezione del film Il cielo come destino un ritratto di Enzo Sereni di Vittorio Pavoncello. La figura di Enzo Sereni, per molti aspetti eroica, ma anche avvolta di mistero per quanto riguarda le modalità che ne fecero concludere la vita da Eretz Israel a Dachau è mostrata in modo insolito. Il film narra di un volo, quello che Sereni compì lanciandosi con il paracadute sotto la linea gotica per organizzare la resistenza in Italia e la fuga in Israele di ebrei profughi e sopravvissuti. Nel volo vengono ripercorsi i motivi che condussero Sereni a intraprendere quella scelta, certa per lui, ma non senza conflitti per chi lo amava e stimava. Fra i protagonisti anche il fratello Enrico che riappare da un passato di morte per instaurare con Enzo un fraterno e amorevole duello di idee sulla vita, il sionismo, la pace e la guerra che incombe ovunque e sempre.
Il programma si conclude domenica 31 gennaio a Teatr'Arteria con Europauschwitz. Nell'edificio scenico di Beckett, Kounellis, Quartucci, Tatò, un pomeriggio di arte e suoni dalle 11 alle 19, a cura di Donatella Orecchia con il concerto Un violino nell'aria omaggio a Chagall, musica klezmer e yiddish del violino di Marco Valabrega, la mostra Vuoti di Memoria di Vittorio Pavoncello, le poesie di Paul Celan e Roberto Piperno (Parole senza pace) e l'Intervista aziendale del 1968 di Primo Levi e Carlo Quartucci.

Ufficio Stampa
Giovanna Nicolai - 333 6638186 giov.nicolai@tiscali.it
Martina Suozzo - 349 0758612 martina@becleartobeclever.com

Indirizzi
Istituto Centrale per i beni sonori ed audiovisivi - via Michelangelo Caetani, 32 - Roma
Teatr'Arteria - l'edificio scenico - vicolo Scavolino, 64/A - Roma
Auditorium Sala Casella - via Flaminia 118, Roma

Per informazioni:
ICBSA 06 6868364
ic-bsa@beniculturali.it

la Shoà e l’Yishuv è un progetto
ECAD ©
Ebraismo Culture Arti Drammatiche - Via del Portico d’Ottavia 13 – 00186 Roma
tel. 366 4545656- 333.3336113 fax 1786031011www.ecad.name ecad@live.it
P.I. 10116311001

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali