• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

IN BALIA DI CRONOS

dal 05 Settembre 2009 al 04 Ottobre 2009 - Segnalato da Tomaso Costa
|

info:
RossoCinabro
Piazza Giuseppe Mazzini 6
Palombara Sabina (RM)
ingresso libero ore 11-17
vernice sabato 5 ore dalle 12
334-3422616
http://www.rossocinabro.com

In occasione della V Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, la Galleria RossoCinabro presenta la mostra collettiva ‘In balia di Cronos’. In esposizione opere di: Riccardo Battigelli, Luca Braglia, Daniela Colli, Roberta Gherardi, Elisabetta Losi, Lunia Marchetti, Cristina Madini, Fabrizio Paoletti, Osvalda Pucci, Umberto Salmeri.
In questo nostro tempo in cui l’avvenire appare depositario di terrore più che di promesse, fra un passato da troppo tempo rimosso per essere ancora vivo e un futuro che sembra chiuso per sempre, su quale idea del tempo fondare un nuovo ‘Lacoonte’ allorché proprio il tempo viene meno?
Abbiamo una perdita di senso del tempo, che ci costringe a vivere in un perpetuo e trafelato presente in cui tutto è affidato all’esperienza del momento, è accompagnata dallo svuotamento dei criteri di rilevanza che fanno distinguere l’essenziale dal superfluo, il durevole dall’effimero.
In balìa di Cronos , tempo divoratore della cronologia, l’arte è privata del tempo della memoria, il solo che le permetterebbe di realizzarsi pienamente.
Per quale strana aberrazione l’arte si è data in pasto al tempo, quando il suo fine più alto è sempre stato, pur appoggiandosi ad esso, di liberarsi dalla sua morsa? Con questa riflessione Rilke evoca il primo momento della creazione:” Dove mai l’arte potrebbe trovare il suo punto di partenza se non nella gioia e nella tensione di un inizio senza fine?”Questo sentimento di qualcosa di infinito, d’illimitato, l’artista avrebbe il potere di ritrovarlo e di assaporarlo a suo piacimento.
Arte come invito quindi a sospendere le nostre vite di corsa per il tempo indispensabile a riflettere sulle questioni che ci riguardano più profondamente: bisogni e felicità, memoria e oblio, fondatezza e inconsistenza, costrizione e libertà.

A cura di Cristina Madini
Organizzazione e promozione RossoCinabro

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali