• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Futuroma

dal 05 Febbraio 2009 al 20 Febbraio 2009 - Segnalato da Redazione
|

info:
Vari luoghi
dal 20 febbraio 2009
060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 22.30)
www.060608.it

Futuroma

Per celebrare il Centenario della nascita del Futurismo in programma a Roma dal 20 febbraio 2009 la manifestazione FUTUROMA, con un calendario ricco di iniziative di risonanza internazionale ed eventi cittadini, che coinvolgeranno l'intera capitale proiettandola nel dinamismo, nella velocità e nella fantasia creativa di uno dei più straordinari movimenti artistici del ventesimo secolo. In programma nella capitale una serie di manifestazioni che prenderanno il via il 20 febbraio 2009 per proseguire nei mesi successivi, per far vivere e conoscere il movimento rilanciando gli elementi di attualità e modernità che lo caratterizzano e valorizzando il suo messaggio artistico.

Scarica il programma completo

Alcuni appuntamenti gratuiti per l'inaugurazione del 20 febbraio

- Nuove iridescenze - di Giancarlo Cauteruccio 
P.zza del Popolo - P.zza Venezia Ven 20 h 21.15 fino all' alba

Dalla sua esperienza di teatro tecnologico il regista Giancarlo Cauteruccio, per il centenario del manifesto futurista, su invito dell’assessorato alla cultura del Comune di Roma ha ideato un progetto di architetture di luce che sarà realizzato con un complesso sistema laser, lasciandosi guidare dalle intuizioni legate all’idea di spazio dinamico e velocità, ed ha creato uno spettacolo di grande coinvolgimento emotivo. Piazza Venezia e Piazza del Popolo per una notte saranno collegate dalla luce, diventando due momenti di un teatro iridescente e dinamico. Rileggendo l’intuizione futurista che escludeva l’attore dal teatro per trasformare l’osservatore-spettatore in protagonista effettivo dell’evento, piazza Venezia si trasforma in un “laboratorio per l’addestramento della luce”, la cui colonna sonora sarà costituita dai suoni e dai rumori effettivi della piazza, e il regista Cauteruccio ha immaginato una dinamica luminosa che possa sovrapporsi ritmicamente alle preesistenze, per restituire una veloce geometria dinamica che renda concreta con 11 sistemi laser a gestione digitale l’intuizione sognata dai futuristi cento anni fa. Allo stesso modo, via del Corso diviene idealmente il luogo del movimento, irradiazione coerente della luce che rappresenta il tracciato dinamico attorno al quale si intersecano altri eventi (dall’installazione video sonora “Presentisme” di Brian Eno a palazzo Ruspoli, allo spettacolo “Visioni Simultanee” di Marco Solari e Alessandra Vanzi in piazza San Lorenzo in Lucina, alla “Pittura Estrema” di Del Sorbo sulla facciata del quotidiano “il Tempo” o a “Donne Velocità Pericolo” di Edoardo Sylos Labini nella Galleria Colonna) fino ad arrivare a Piazza del Popolo. Qui la luce diviene strumento di scrittura e, ispirandosi alla scenografia completamente astratta che Giacomo Balla aveva creato per Feu d’Artifice di Stravinskij Giancarlo Cauteruccio ha accolto e reinterpretato la partitura di luce composta di 50 movimenti.

- Visioni Simultanee
Piazza San Lorenzo in Lucina- Ven 20  h 21.15 e 23.15,
progetto e regia ALESSANDRA VANZI e MARCO SOLARI

VISIONI SIMULTANEE è omaggio allo spirito futurista che si avvale della performance di un nutrito gruppo di artisti di teatro, danza, musica, video, arti visive con la partecipazione di giovani allievi. Uno spettacolo di 45 minuti basato sull’energia, sulla simultaneità, sulla sorpresa, utilizzando lo spazio della piazza san Lorenzo in Lucina per creare una sorta di macchina produttrice di parole, di gesti, di suoni, di colori. In scena sette attori seduti alle loro macchine da scrivere, che di volta in volta si interrompono per recitare brani di autori futuristi; irruzione di momenti di danza e di movimenti coreografici nella piazza e poi sul palco; un gruppo di giovani percussionisti con oggetti sonori; la piazza che si arreda delle luci, delle frasi, delle
ombre, dei colori del palco. VISIONI SIMULTANEE è la composizione delle differenti visioni che gli artisti coinvolti nel progetto hanno della
grande e varia esperienza futurista. VISIONI SIMULTANEE non è una rievocazione, né una messa in scena: è un tributo al gran senso di libertà, di gioco, di invenzione che il Futurismo ci ha saputo trasmettere.

- Donne Velocità Pericolo
Galleria Alberto Sordi - Ven 20 h 22.15 e 23.30 - Sab 21 h 22.15
di Francesco Sala, Viola Pornaro ed Edoardo Sylos Labini con Edoardo Sylos Labini, Federica di Martino, Raffaela Siniscalchi, Francesco Maria Cordella, il dj Antonello Aprea e il cagnolino Aldo. regia di Francesco Sala e Viola Pornaro.

Donne, Velocità Pericolo è un simultaneo, umorista e spavaldo ritratto dell’uomo futurista nei suoi tanti viaggi su una locomotiva nei primi del ‘900. Sbirciamo in uno scompartimento di treno, dove appare un audace declamatore di bizzarre parole, sensazioni tricolori e impeti furoreggianti: egli è un futurista italiano del 1909. Per lui tutto è spettacolo, pubblicità, novità. Il treno corre, corre veloce e gli viaggiatori si alternano come fossero tante variazioni su un palco di teatro. Edoardo Sylos Labini lascerà tutti magnetizzati in questo vortice di forza epocale scandito dalle incursioni di un dj.

- Pittura estrema - Performance di Giuliano del Sorbo
Piazza Colonna - Ven 20 h 19.30

Il gruppo ha adattato le tecniche alpinistiche alla realizzazione di grandi tele nel corso di particolari eventi. La performance si definisce “estrema” perché l’opera viene realizzata sotto gli occhi del pubblico senza che il pittore possa effettuare ripensamenti o correggere eventuali errori. La tela di grandi dimensioni, realizzata a parecchi metri di altezza permette ad un elevato numero di partecipanti di vivere la creazione dell’opera d’arte senza intermediazioni, con un fortissimo coinvolgimento, assistendo al crescere dei segni sulla tela fino alla realizzazione finale dell’opera. I gesti del pittore ed i movimenti dello staff che sposta l’esecutore sulla grande tela si traducono in segni forti ed espressivi che acquisiscono piena comprensibilità solo alla fine della esecuzione. Il pittore opera sostenuto e mosso da 4 assistenti attraverso un insieme di funi e carrucole senza correre alcun rischio, vengono infatti usati tutti gli accorgimenti necessari ad assicurare la assoluta sicurezza dell’esecutore e dello staff tecnico. L’aspetto funambolico che meraviglia nei primi momenti della performance, passa in secondo piano rispetto all’interesse per il crescere dell’opera e all’attesa per il risultato finale. Le performance sono uniche ed irripetibili, e in ciò particolarmente futuriste. Giuliano Del Sorbo nasce a Aylesbury (Inghilterra) nel 1961. Nel 2007 allestisce una mostra personale alla Rocca Malatestiana di Fano in cui espone più di cento opere (dal 1993 al 2007). Sempre del 2007 sono le performance di pittura live alla Villa Verde di Pesaro, alla Rocca Costanza di Pesaro e, sempre a Pesaro, in Piazza del Popolo, per la Notte Arcobaleno. È dal 1991, che ha ideato la Human Wave Live Exhibition, azione pittorica in improvvisazione dal vivo, realizzata in collaborazione con vari artisti (musicisti, attori, anzatori, performers ecc).

 


 

Il 20 febbraio 1909 lo scrittore Filippo Tommaso Marinetti pubblicava sul prestigioso quotidiano parigino "Le Figarò" il Manifesto del Futurismo, proclama fondante di un movimento rivoluzionario che avrebbe sovvertito i parametri di gran parte della poetica del primo Novecento; un movimento destinato a permeare ogni forma artistica con teorie e suggestioni che percorreranno la vita intellettuale dell'intero secolo. Nell'èra della rivoluzione tecnologica, della grande industria e del progresso, il Futurismo coltiva il mito della velocità e del dinamismo, affermando la visione di un uomo nuovo fortemente proiettato nel futuro, in un futuro inteso come traguardo di un agonismo esistenziale che si realizza nell'elaborazione di forme espressive radicali e non conformiste. Nasceva così la più fertile avanguardia italiana, caratterizzata da un radicale rifiuto del passato e della tradizione, ambiziosa di conferire alla propria azione di rinnovamento una dimensione totale, che interesserà tutte le forme espressive e tutti i generi artistici (letteratura, teatro, pittura, scultura, musica, danza) per immergersi in ogni ambito moderno della vita sociale e del costume (cinema, design, pubblicità, arredamento, gastronomia, fotografia, architettura, moda). Da quel lontano 20 febbraio 1909 sono passati cento anni e Roma, in concomitanza con altre capitali europee e altre città italiane, si prepara a celebrare il primo secolo di vita del movimento.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali