• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Anna Moore

dal 14 Febbraio 2008 al 07 Marzo 2008 - Segnalato da Changing Role move over gallery
|

info:
Giovedì 14 Febbraio alle ore 19. 00
Galleria Changing Role-Roma,
Vicolo del Bollo 13, orari. 16-20
Ingresso gratuito



In quest'ultimo progetto, l'artista crea un personaggio, Anna Moore, traendo spunto dal genere cinematografico di melodramma psicologico e film noir del periodo del dopoguerra. Questi film, che vanno dalla metà degli anni 40 alla metà degli anni 50, rappresentano personaggi femminili in maniere molto distinte, talvolta contraddittorie, che riflettono le grandi questioni e paure riguardanti il ruolo della donna nella società americana del dopoguerra. I personaggi erano frequentemente ritratti come compiacenti, sessualmente repressi e isterici, o come delle femme fatales aggressive e indipendenti, spesso nello stesso film. In Anna Moore l'artista indaga la struttura tecnica di questo genere cinematografico: la mise-en-scene, i personaggi e il linguaggio narrativo. L'opera ha il fine di rendere evidente quanto gli aspetti storici della sceneggiatura, il movimento di camera, l'inquadratura, gli oggetti scenici, l'illuminazione, la gestualità e la narrazione fuori campo influiscano nelle nostre presupposizioni sui personaggi e la storia.

La soggettività del personaggio di Anna Moore è creata attraverso la combinazione di questi componenti e la fantasia storica e cinematografica dello spettatore.

Nel video "In This Place", la protagonista viene ritratta in un inspiegabile ciclo di furia e angoscia, che rivela pensieri intimi, frammentati da grida. Il suo corpo compie un ciclo inspiegato dall'ira all'angoscia interrotto da fantasie vivide e sensuali.
In "Double Bind" Anna, ripete le routine quotidiane in un loop continuo mentre il fotogramma torna indietro nel tempo svelando visioni di un evento decisivo. La sua voce intangibile rivela ricordi sconnessi e calmi per poi trasformarsi in grida.

Julie Orser è nata a Chicago nel 1974,attualmente vive e lavora a Los Angeles dove è Supervisor del "New Genres Lab" presso il dipartimento delle arti dell'UCLA.
Suoi video,fotografie ed installazioni multi-channel sono stati esposti al Museum of Modern Art (New York), Rosamund Felsen Gallery, Paul Kopeikin Gallery, Il Magazzino d'Arte Moderna (Rome), Royal College of Art (London), Kunstraum Innsbruck (Austria), REDCAT (Los Angeles), Bemis Center for Contemporary Arts (Omaha), The Armory Northwest (Pasadena), Philip Feldman Gallery (Portland), Western Washington University (Bellingham), Glendale Art Gallery, Cal State Long Beach, University of Nebraska Lincoln ed infine in festival e rassegne video.

La mostra sarà visitabile dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 19.30 fino al 7 Aprile 2008

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali