• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Roberto Pagnani, mostra personale

dal 21 Giugno 2007 al 27 Giugno 2007 - Segnalato da Soqquadro - Marina Zatta
|

info:
DATE: dal 21 al 27 giugno 2007
INAUGURAZIONE: 21 giugno ore 19.00

ORARI DI APERTURA: dal martedì al sabato 19.00/02.00

LUOGO: GLOSS, V. Monte della Farina 43/44, Roma

ORGANIZZAZIONE: Soqquadro
CURATRICE: Marina Zatta
UFFICIO STAMPA: Francesca Romana Parisini
INFO: tel. 06.4504846, 06.68135345 cell. 333.7330045
http://www.soqquadro.eu
@mail: soqquadro@interfree.it

Il 21 giugno alle ore 19.00 presso lo spazio GLOSS in V. Monte della Farina 43/44 a Roma (L.go Argentina) si inaugura la mostra personale di Roberto Pagnani. I lavori dell’artista indagano il confine tra il figurativo e l’astratto percorrendo il camino dell’arte informale.

Soqquadro
Presenta

Roberto Pagnani
Mostra personale

C’è nella pittura di Roberto Pagnani la ricerca allusiva alla raffigurazione, al senso dell’indeterminatezza, al gioco delle coppie antinomiche: fantastico/reale – visibile/invisibile – guardare/ascoltare. Nella pittura di Pagnani si leggono i segni di un excursus storico delle idee liberatrici e nello stesso tempo di rivolta verso le tendenze decadentiste e totalizzanti: c’è il rifiuto della realtà banalizzata della quotidianità e l’identificazione dell’indefinito con i simboli di una nuova resurrezione. Il contrasto tra il mondo interiore e la concretezza si fa tangibile e rivela la propensione alla scelta del “tutto fuori” di Sartre. Oggi la relatività delle cose visibili è resa manifesta, e con ciò si dà espressione al convincimento che, in confronto all’universo, il visibile costituisca solo un esempio isolato e che ci siano, a nostra insaputa, ben più numerose verità”. Il proliferare di immagini visive ed auditive in una “società dello spettacolo” ha prodotto un analogo effetto anche in noi stessi e quindi il nostro agire si è trasformato in un reality , rendendo evanescenti le nostre identità, impoverite e compromesse dall’ambiente culturale. La pittura e la percezione visiva diventano nella produzione artistica di Roberto Pagnani una nuova condizione per aprirsi verso campi di indagine quali la spiritualità, che fonda l’illusione della simbiosi di identità assoluta con il mondo. Un mondo che tende ad azzerare ogni riferimento con il passato e far rivivere il mito di Narcisio come neo-stimolatore di desideri liberi dal desiderio e ripropone l’ideale della perfezione spirituale. L’esperienze artistiche del post moderno e della multimaterialità hanno sollecitato il ritorno alla magia dell’opera d’arte. Quella stessa magia che si coglie nei quadri di Pagnani, originale interprete della pura tradizione novecentista e nello stesso tempo ricercatore di esorcismi,come diceva Picasso, per “scacciare i demoni”.

Franchino Falsetti

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali