• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Lo spirito del ‘68: Proiezione video a cura di Marc Mercier

dal 25 Ottobre 2018 al 26 Ottobre 2018 - Segnalato da dalila
|

info:
Lo spirito del ‘68

a cura di Valentina Valentini e Dalila D’Amico
Proiezioni e discussione sullo spirito del '68, 25 e 26 Ottobre Dipartimento di Pianificazione Design, Tecnologia dell'Architettura
PROGRAMMA

Giovedì 25 ottobre ore 16,30 -19,30
Proiezione dei video selezionati e presentati da Marc Mercier,
Direttore artistico de Les Instants Vidéo
Aula MAster, DPTA Via Flaminia 72, 00196 – Roma.

Venerdì 26 Ottobre: 16:30- 18:00
Proiezione dei video selezionati e presentati da Marc Mercier
Aula MAster, DPTA Via Flaminia 72, 00196 – Roma.


Ore 18 Discussione: L’immaginario del '68 con Nanni Balestrini, Ilenia Caleo, Furio Colombo, coordina Laura Ricci

Il 25 e il 26 ottobre, dalle ore 16:30 alle ore 19:30 il Dipartimento di Pianificazione Design, Tecnologia dell'Architettura ospiterà due giornate dedicate alle istanze, alle lotte, alle utopie del '68. Ospite d'eccellenza Marc Mercier che proporrà una selezione di opere video del Festival Les Instants Vidéo da lui diretto. Le giornate si chiuderanno con una discussione coordinata dalla Prof.ssa Laura Ricci sull'immaginario del '68 con Marc Mercier, Nanni Balestrini, Ilenia Caleo, Furio Colombo.

Scrive Marc Mercier: «Gli eventi del maggio '68, le lotte e le creazioni artistiche di questo periodo, non possono costituire un modello da riprodurre per affrontare le sfide dei tempi presenti. Resta certamente istruttivo rileggerli per esercitare la propria mente critica. È necessario abbandonare alcune rotte. Riattivarne altre. Questo è ciò che serve alla Storia.
Nel 1968, il mondo è in fiamme in tutti i continenti per cercare di porre fine a ogni oppressione: regno della merce, dittatori, imperialisti, capi, sacerdoti, insegnanti, politici, maschilisti. Alcuni vogliono cambiare la vita (il sogno di Rimbaud), altri trasformare il mondo (il sogno di Marx). Alcuni vogliono entrambe le cose. Il matrimonio tra poesia e rivoluzione.
Nel 2018, cinquant'anni dopo, ci è chiaro che questo sogno di emancipazione non si è mai avverato, ma non è ancora morto. Resta nello stato di promessa, come un seme nella terra in attesa del momento giusto per germogliare di nuovo. Una nuova generazione di artisti sta inventando nuove possibilità, coltivando semi di utopia, brancolando nel buio per andare avanti nonostante tutto. Nonostante l'Africa annegata nel Mediterraneo. Nonostante la fortezza Europea. Nonostante il massacro dei nostri fratelli in Medio Oriente. Nonostante l'implacabilità del neoliberismo al profitto rischia di distruggere il nostro pianeta. La vita va avanti, il 1968 era solo l'inizio, continuiamo la lotta.
1968-2018, una deviazione nel passato per aprire percorsi verso un futuro desiderabile per tutti.
Ciascuna delle due giornate si apre con i famosi cinétracts del '68, oggetti di propaganda, ma anche grandi esercizi in stile cinematografico e poetico. A seguire opere di artisti video molto più recenti, testimonianze internazionali di visioni del mondo di oggi».

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali