• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 1 persone e non piace a 0 persone

VUOTI DI MEMORIA: DA DOVE VENIAMO...Opera-Azione Laboratorio Aperto di UGO SPAGNUOLO

il 01 Ottobre 2016 - Segnalato da Enrico Pagliasso
|

info:
Viale della Buona Fortuna, 2 - CAPENA

VUOTI DI MEMORIA: DA DOVE VENIAMO...Opera-Azione Laboratorio Aperto di UGO SPAGNUOLO ART FORUM WURTH - CAPENA
VUOTI DI MEMORIA:DA DOVE VENIAMO...Opera-Azione Laboratorio Aperto di UGO SPAGNUOLO

FINISSAGE: 1 OTTOBRE 2016, ore 18.00

Questa opera-azione, un’installazione site specific con interazioni e accadimenti, prosegue e sviluppa una ricerca che Ugo Spagnuolo ha già avviato da anni, sin dall’appartenenza al duo artistico “Radice di tre”. L’idea di partenza è quella di un’arte democratica dove il pubblico stesso è coprotagonista, interattore ed elemento costituente di un’opera che a sua volta è legata al luogo in cui è ambientata. L’incipit è quindi proprio il museo e ciò che esso ospita: la mostra sull’arte irregolare nella Collezione Würth. La metodologia operativa è quella di un laboratorio aperto, progressivo e mai finito, che utopisticamente ha l’intento di creare un archivio totale della memoria individuale e collettiva.

Da dove veniamo… domanda esistenziale sottotitolo e tema conduttore dell’operazione (che porta implicitamente con sé le conseguenti domande: dove siamo e dove andiamo), è il vuoto di memoria che si vorrebbe individuare, è la storia perduta di un viaggio nell’alterità, di un attraversamento talvolta violento che, come una nascita, ha condotto o condurrà in un altro mondo. La finalità è di cercare, recuperare, svelare, far riemergere le tracce invisibili oscurate, dimenticate, cancellate o sottratte alla consapevolezza… di trascrivere e trasmettere questi segni. Nel luogo dell'azione, debitamente allestito, si compie il serio gioco del rituale per il suggellamento del vuoto-pieno allocato in un archivio a oltranza. Le bottiglie riempite divengono letteralmente la vetrina della memoria censurata o immemorabile, lapsus autoprovocati e indotti, eredità e bagagli (come valigie duchampiane), verità dissimulate, piccoli personali monumenti commemorativi… padri adottati e figli futuri…


I LABORATORI a cura dell’Associazione Culturale Porto D’Arte

Un’attività laboratoriale progettata dall’artista e della prof.ssa Jolena Ceschel, si svolgerà con la collaborazione del Maestro d’arte Raffaella Tommasi. Permetterà di approfondire gli aspetti più progettuali e concettuali, stimolando i partecipanti a realizzare un vuoto di memoria più strutturato, che andrà ad integrare l'allestimento nel giorno del vernissage e del finissage. Il pubblico, per tutta la durata della permanenza dell’installazione, sarà comunque invitato a realizzare i propri vuoti di memoria, con il materiale messo a disposizione in loco e le bottiglie andranno ad arricchire l’opera in continua crescita.

Art Forum Wuerth Capena - Comunicato stampa

https://fs.wuerth.it/media/downloads/pdf/brochure_1/art_forum_wuerth_capena_1/eventi_4/eventi_2016/Comunicato_stampa_Vuoti_di_Memoria~1.pdf.


Account e Ufficio Stampa - Ugo Spagnuolo: Enrico Pagliasso


Contatti

Infoline: 349 - 5529813
e-mail: stampa.radiceditre@libero.it

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali