• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Ugo Attardi | Omaggio nel 10° anniversario della morte

dal 26 Maggio 2016 al 11 Giugno 2016 - Segnalato da Francesco Ciaffi
|

info:
INFORMAZIONI

ARTISTA: Ugo Attardi TITOLO: Omaggio nel 10° anniversario della morte PERIODO MOSTRA: 26 maggio - 11 giugno 2016 INDIRIZZO DELLA GALLERIA: Via Macedonia, 12/16 - Roma ORARIO DELLA GALLERIA: LUN – SAB 10,30/13,00 - 15,30/19,30 INFO: 06.7802620 / www.edarcom.it INGRESSO: Libero

Ugo Attardi | Omaggio nel 10° anniversario della morte Nella ricorrenza del 10° anniversario della scomparsa, la galleria d’arte Edarcom Europa, dopo aver celebrato il genio artistico di Renzo Vespignani, ricorda un altro grande Maestro della seconda metà del ‘900. Giovedì 26 maggio, negli spazi espositivi di via Macedonia, verrà inaugurata una mostra di Ugo Attardi, pittore, scultore ed incisore, sensibile ed indimenticato testimone intellettuale dell’anima dell’uomo.

Attardi, nato nel 1923 a Sori, vicino Genova, ha preso parte ad importanti movimenti artistici quali Forma 1, alla fine degli anni ’40 insieme a Carla Accardi, Pietro Consagra, Piero Dorazio, Mino Guerrini, Concetto Maugeri, Achille Perilli, Antonio Sanfilippo e Giulio Turcato e Il Pro e il Contro, all’inizio degli anni ’60 con Renzo Vespignani, Alberto Gianquinto, Ennio Calabria, Piero Guccione, Fernando Farulli, Carlo Ajmonino, Antonio Del Guercio, Dario Micacchi, Duilio Morosini. Ha esposto nelle più importanti manifestazioni artistiche nazionali e internazionali e le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private di tutto il mondo.

L’esposizione, curata da Francesco Ciaffi, si compone delle opere facenti parte della collezione della galleria: alcuni dipinti della prima metà degli anni ’90, raffiguranti i celebri scorci dei Lungotevere e dei tetti di Trastevere visti dal Gianicolo, due sculture in bronzo, l’Europa e l’Aristocratica, e una ricca selezione di litografie ed incisioni. Proprio a proposito del lavoro incisorio di Attardi, Guido Giuffrè nel 1969 scriveva “Le lastre (…), giovandosi di quell’esperienza da scultore che tanto lo ha rivelato al pubblico che probabilmente ha rivelato Attardi a sé stesso, qualificano l’artista tra i nostri incisori tra i più complessi e significativi (…). Come la scultura ha d’un tratto solidificato l’immagine, bloccandola in una definizione formale tanto più vantaggiosa ai fini della concentrazione espressiva, dove ogni orpello scivolato via dalla eburnea epidermide sotto cui scorrono linfe corrosive e mortali, così questi corpi d’uomo e di donna, e le singole suppellettili, e le coltri modellate come fossero nubi tempestose, slargano quel mondo di chiuse passioni quanto li costringono perimetri serrati e taglienti. Attraverso la torsione dei piani, vibranti e densi nella pienezza del tratteggio inciso più che nei suggerimenti della grafite, e le figure nervose e scattanti quanto avviluppate in sé stesse, nella definita concretezza dei suoi nuovi personaggi, Attardi riapre in termini rinnovati e perentori un discorso che fluttua talora nelle angosciose ambiguità di una pittura morbosamente estenuata”.

La mostra sarà visibile, con ingresso libero, fino a sabato 11 giugno 2016.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali