• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Sant'Ivo alla Sapienza, quando il genio di Borromini conquistò l'infinito

il 08 Maggio 2016 - Segnalato da Roma e Lazio x Te
|

info:
Domenica 8 maggio, h 10.00

Sant'Ivo alla Sapienza, quando il genio di Borromini conquistò l'infinito

Accoglienza e registrazioni: da 30’ prima, Corso del Rinascimento 40 (presso il cortile di Sant'Ivo alla Sapienza).

Docente: Gabriella Soveny, in possesso dell'abilitazione di guida turistica della Provincia di Roma.

Contributo associativo per la visita guidata: €9 adulti; €8 soci; €4 (13-17 anni); €2 (6-12 anni); gratis (0-5 anni).

*Nel caso in cui i gruppi superassero i 15 iscritti, sarà nostra cura prenotare per voi l'utilizzo di un auricolare per rendere l'ascolto della nostra guida piacevole e rilassante. Il costo dell'auricolare è di euro 1,50.

Sconti: 2 euro di sconto a chi prenota e partecipa a 2 visite organizzate dalla nostra associazione durante la stessa settimana (la settimana va da lunedì a domenica). Se interessati, potrete trovare le informazioni relative alle altre visite sul nostro sito: http://romaelazioperte.blogspot.it

Prenotazioni: romaelazioxte@gmail.com o tramite chiamata o sms al nostro accompagnatore Simona 3332456364 indicando data e titolo della visita, nome e cognome di chi effettua la prenotazione, nr. di partecipanti (specificando età dei bambini), nr. di cellulare e indirizzo mail. La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma e per essere ricontattati in caso di variazioni.

Sant'Ivo alla Sapienza, quando il genio di Borromini conquistò l'infinito Nel 1642 Borromini consegnò il progetto della chiesa che doveva sorgere all’interno del complesso universitario della Sapienza, ed affacciarsi sul cortile disegnato da Giacomo della Porta. Borromini aveva progettato un organismo a pianta centrale dalla geometria complessa, che riusciva bene ad inserirsi nello spazio limitato rimasto a sua disposizione. Da questi vincoli egli aveva tratto un’occasione di grande libertà per creare una struttura architettonica avanguardistica e fantasiosa, ma il suo progetto rimase lettera morta per più di dieci anni.
Nei fatti, papa Urbano VIII (Maffeo Barberini), aveva accordato piena fiducia all’artista, stima condivisa anche dal nipote del pontefice, il celebre cardinale Francesco. Che cosa era successo, allora?
Oscure trame di potere, contrarie ai Barberini, investirono il lavoro dell’architetto, ostacolando la costruzione di questa chiesa, una tra le più “simboliche” ed “esoteriche” di Roma. I lavori fortunatamente ripresero intorno al 1655 sotto l’impulso di Alessandro VII (Fabio Chigi) che consacrò la chiesa nel 1660, ma molti dei misteri legati alla sua costruzione rimango tali, anche in virtù del fatto che questa chiesa è aperta solo per un paio d’ore la settimana. Visitarla è un privilegio che non è toccato a molti, non fatevelo scappare!

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali