• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Franco Bianchi | Come Saturno

dal 06 Novembre 2015 al 13 Novembre 2015 - Segnalato da Evasioni Art Studio
|

info:
Inaugurazione: venerdì 6 novembre ore 18.30
Dal 6 al 13 novembre 2015
Orari: dal lunedì al sabato 11.30 – 19.00

Evasioni Art Studio
Via dei Delfini 23, 00186 Roma
s.aeva@libero.it | evasioniartstudio.blogspot.it
Ingresso gratuito

Franco Bianchi | Come Saturno Evasioni Art Studio presenta, dal 6 al 13 novembre presso la propria sede in via dei Delfini a Roma, la mostra personale di Franco Bianchi dal titolo “Come Saturno”: nove assemblaggi in cui fotografie realizzate dall’artista o recuperate da vecchi album di famiglia si combinano con legno, corda e talvolta acrilico, andando a creare delle vere e proprie gabbie dove mettere in scena avvenimenti e sentimenti collettivi condizionati da sovrastrutture divenute ormai trappole.

Franco Bianchi è un fotografo delle città. Anche quando protagonisti dei suoi scatti sono le acque dei fiumi o le onde del mare, paesaggi di campagna, fronde di alberi ricoperte dalla neve, o volti di uomini, donne e bambini, la loro funzione non è altra che quella di narrare la vita tra le “mura” delle grandi aree metropolitane. Bianchi si forma studiando pittura e inizia a fotografare nel 1985, riprendendo dapprima le persone, nelle strade, solo successivamente anche gli spazi vuoti. Dalla lezione di Cartier-Bresson elabora il proprio concetto di “ironia del caso”, che, sommato all’attenzione verso gli aspetti meno significativi, soprattutto dettagli, oggetti, il banale della realtà, applica alle sequenze su New York, Berlino e Barcellona. Dopo la serie sulla capitale catalana inaugura una nuova fase, contrassegnata da un rinsaldato legame con la tela e la storia dell’arte in genere, che non solo lo vede selezionare gli scatti di ormai vent’anni per realizzare un “Tributo a Hopper”, ma che lo porta a restituirci una Roma metafisica nel progetto sull’EUR, ad intraprendere una ricognizione sugli studi d’artista (dal 2006), e a dedicarsi a riprese di installazioni ed opere. Anche i pezzi presenti in mostra si riconnettono a questa esperienza, che ne modifica stile e intenti.

“Come Saturno” chiude il cerchio di trent’anni di lavoro e si connota per una atmosfera malinconica, saturnina appunto, di sconfitta. Ma è solo così? Le composizioni raccontano di costrizioni e sbarre dietro cui siamo (o ci hanno) trincerati; le immagini analizzano invece le diverse figure, nuclei, eventi ed emozioni da esse condizionati: c’è l’artista; il caos e il malfunzionamento della città; l’utopia rivelatasi incubo di un nuovo ordinamento sociale, che lascia al suo passaggio cumuli di macerie; l’uomo al tramonto della propria esistenza; la famiglia; l’amore; la solitudine. Tutto è montato all’interno di cornici/finestre che portano sulla superficie le tracce di un tempo ormai passato. È però possibile leggere il rosso delle grate anche come appiglio per una ribellione liberatrice? Come se Bianchi ci stesse dicendo: non sempre la rivoluzione si comporta come Saturno, divorando i propri figli. Paradossalmente, il progetto più personale di Franco Bianchi, dove mette in mostra gli scatti dei propri cari, diventa incitamento collettivo alla trasformazione della società.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali