• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Visita guidata a cura Associazione Culturale "Passeggiate per Roma"

il 07 Febbraio 2015 - Segnalato da Livia De Stefano
|

info:
La visita è guidata da archeologi della Soprintendenza ai Beni Culturali
e Donatella Cerulli, storica e studiosa di tradizione romana
Durata: 2 ore circa
Quota di partecipazione:
€ 20,00 (inclusi i costi di prenotazione, ingresso e visita guidata)
Appuntamento: Ore 11:00 - Via della Domus Aurea, 1 (Ingresso Domus)
Prenotazione obbligatoria
Info e prenotazioni: Email: liviadestefano@passeggiateroma.eu
Tel. 3471007191 - 3928561992
NB.: indossare scarpe impermeabili e giacca a vento o k-way per ragioni di umidità.

Roma, 64 d.C. Per nove giorni le fiamme di uno spietato incendio riducono in cenere il novanta per cento della città, compresa la Domus Transitoria, la residenza dell’imperatore Nerone. Domato l’incendio, Nerone provvede a proprie spese alla ricostruzione della città: affida agli architetti Celere e Severo i grandiosi lavori di riedificazione di Roma su basi più moderne e la costruzione della sua nuova residenza privata che per la ricchezza e lo splendore dei materiali impiegati ha meritato il nome di Domus Aurea, “Casa Dorata”.
L’enorme complesso comprendeva sconfinati vigneti, pascoli e boschi, un lago artificiale, tesori saccheggiati nelle città d’Oriente e preziosi ornamenti, fra cui una colossale statua di Nerone nelle vesti del dio Sole.
Alla morte dell’imperatore, condannato alla damnatio memoriae, i suoi successori cercarono di seppellire e cancellare ogni traccia del palazzo. I lussuosi saloni furono spogliati dei rivestimenti e delle sculture e riempiti di terra fino alle volte e sopra furono costruite le grandi terme di Tito e di Traiano. Nella valle sottostante fu edificato l’Anfiteatro Flavio.
Le fastose decorazioni a fresco e a stucco della Domus Aurea rimasero nascoste fino al Rinascimento quando alcuni artisti appassionati di antichità, tra i quali Pinturicchio, Ghirlandaio, Raffaello, Giovanni da Udine e Giulio Romano, calandosi dall’alto in quelle che loro pensavano fossero delle grotte, iniziarono a copiare i motivi decorativi delle volte. Con la riscoperta iniziarono però i problemi della conservazione delle pitture e degli stucchi, che sbiadirono velocemente a causa dell’umidità e finirono per essere dimenticati.
Il cantiere della Domus Aurea continua ancora oggi per permettere il consolidamento totale delle murature e, dopo circa dieci anni di chiusura al pubblico, gli ambienti possono essere nuovamente svelati al pubblico con un’apertura straordinaria del cantiere che consente, fra l’altro, anche di prendere atto dello stato dei lavori.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali