• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

PASSEGGIATA AI FORI IMPERIALI, domenica 27 luglio ore 21.30

il 27 Luglio 2014 - Segnalato da Esperide Associazione Culturale
|

info:
Visita il sito: http://esperide.it/
-APPUNTAMENTO: davanti alla colonna di Traiano in Via dei Fori Imperiali, mezz’ora prima dell’inizio della visita per chi deve ancora iscriversi a Esperide, un quarto d’ora prima per i soci iscritti.
-CONTRIBUTO PER LA VISITA: 8 euro, 5 euro per i già tesserati.
-PER PRENOTARE: indirizzo email info@esperide.it; telefono: 3394750696- 3331125444- 3498926716.
Prenotazione obbligatoria entro le ore 13.00 del giorno stesso della visita.

PASSEGGIATA AI FORI IMPERIALI, domenica 27 luglio ore 21.30 Verso la fine del periodo repubblicano, l’antico Foro Romano non fu più in grado di accogliere tutte le funzioni commerciali, politiche e amministrative della società romana, perciò si diede avvio alla realizzazione di una serie di piazze monumentali.
Il primo a costruire una grande piazza in suo nome fu Giulio Cesare, che inaugurò nel 46 a.C. A differenza del Foro Romano, si trattava di un progetto unitario, costituito da una grande piazza con portici e con il tempio dedicato alla dea Venere Genitrice, dalla quale il dittatore si vantava di discendere. Tuttavia, lo scopo principale del nuovo foro era di tipo propagandistico, ossia di esaltare l’immagine di Giulio Cesare e ricercare, dunque, consenso popolare. Al foro di Cesare fece seguito quello di Augusto, inaugurato nel 2 a.C., disposto ortogonalmente alla piazza del dittatore. Il tempio di Marte, che occupava il fondo del foro, si appoggiava a un grande muraglione, tutt’ora conservato, che divideva il monumento dal quartiere popolare della Suburra. Seguirono poi il Tempio della Pace, costruito sotto Vespasiano, e il Foro di Nerva, detto anche Transitorio, poiché ebbe una funzione di passaggio e collegamento tra i fori già esistenti. Infine, conclude cronologicamente questa serie di piazze monumentali il grande e monumentale foro di Traiano con i Mercati (112-113 d.C), nati in seguito ai lavori di sbancamento della sella montuosa che collegava il Campidoglio al Quirinale e che chiudeva la valle dei Fori in direzione dell’attuale piazza Venezia. Il ricordo di questa grande collina viene celebrato nell’iscrizione posta sulla base della colonna di Traiano (elemento importante del nuovo foro), nella quale si rammenta come la monumentale colonna coclide ricalchi l’altezza della precedente sella montuosa.
Durante il fascismo, lungo l’area archeologica dei Fori venne aperta via dell’Impero, l’attuale via dei Fori Imperiali, che taglia a metà le aree archeologiche dei Fori, spezzandone l’originaria unità, con lo scopo di collegare il Colosseo con Piazza Venezia, nuovo centro politico degli anni ’30.
Con la nostra passeggiata, dunque, si avrà modo di percorrere tutta via dei Fori Imperiali sino al Colosseo, e insieme cercheremo di ricostruire il contesto originario dei Fori imperiali.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali