• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Internet: quando l'identità è un'arte.

dal 16 Marzo 2006 al 01 Maggio 2006 - Segnalato da Redazione
|

info:
Dal 23 febbraio al primo maggio 2006
Net Web Art - Net Archives: Arte e identità virtuale

MAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
Via Guido Reni 6 (00196)
tel 063210181 fax 0632101829
ingresso libero

Net Web Art è un ciclo di eventi, incontri, dimostrazioni, laboratori, su tutte quelle forme d’arte che utilizzano Internet come strumento d’espressione creativa. Net Archives intende avvicinare il pubblico del MAXXI alla storia e alle tematiche della net web art attraverso la presentazione di opere significative e approfondimenti.
Internet offre la possibilità di creare nuove identità, alter ego virtuali che si adattano al flusso continuo delle informazioni che viaggiano nello spazio della Rete, il cyber-spazio. I sei lavori selezionati affrontano aspetti diversi di questo tema: dall’interpretazione dell’identità culturale, alla dissoluzione dell’Io in dati informatici, alla relazione tra personalità e memoria virtuale. 

Le opere presentate

1.Juliet Davis, Pieces of Herself, 2004
http://www.julietdavis.com/studio/piecesofherself/
In Pieces of Herself Juliet Davis esplora l’identità femminile attraverso il gioco. Alcuni oggetti, metafora dell’Io, vengono selezionati dal navigatore e trascinati all’interno della sagoma femminile attivando così clips di interviste ed effetti sonori.
La ricerca dell’americana Juliet Davis verte sui temi legati all’influenza dei media sulla società contemporanea con un particolare interesse verso il cyberfemminismo.

2. Reinhald Drouhin, Des Fleur, 2003 http://www.incident.net/works/desfleurs/desfleurs.html
In Deux Fleur 2688 fiori compongono un ritratto derivato dalla fusione di 7 volti. I ritratti si intrecciano in un mosaico dinamico di immagini, suoni e scritte.
Reinhald Drouhin ha ottenuto diversi riconoscimenti internazionali. L’artista francese si occupa principalmente di progetti per il web.

3. Cristopher Joseph, Inanimate Alice, 2005
http://www.inanimatealice.com
Primo di una serie di episodi da realizzare, Inanimate Alice è una narrazione interattiva. La storia di Alice, narrata attraverso il suo website, i blogs e gli episodi di avventure multimediali sonore, pone l’accento sulle potenzialità e le contaminazioni generate dalla Rete. Inanimate Alice ha vinto la prima edizione del Premio Arte Digitale.
Joseph è inglese ma vive e lavora a Montreal. Autore di video interattivi e lavori di web/visual poetry, Joseph ha partecipato a numerosi festival e manifestazioni internazionali.

4.Glenn Ligon, Annotations, , a project commissioned by Dia Art Foundation for its series of artists' web projects ,2003
http://www.diacenter.org/ligon/
Annotations è un album di fotografie virtuale che raccoglie momenti di vita di una famiglia nell’arco di decenni. Alla base del lavoro c’è la capacità evocativa e di associazione dei ricordi generata dalle fotografie. Ciascuna immagine conduce il navigatore ad immagini, narrazioni, lettere e clip musicali.
L’ americano Glenn Ligon indaga attraverso il web temi inerenti all’identità culturale.

5. C.J.Yeh, My Data My Mondrian, 2004
http://www.cjny.com/mydata/
MyData=My Mondrian è un’interfaccia interattiva dove i dati personali vengono trasformati in composizioni simili a quelle dell’artista olandese Piet Mondrian.
Alla base della ricerca del coreano C.J.Yeh vi è il cambiamento della percezione dell’identità con l’avvento delle nuove tecnologie.

6. Carlo Zanni, 4 Untitled Portrait, Net Art Commission of Kunstznetnrw.de, 2003-2004
http://www.zanni.org/4untitled/
L’identità dei quattro curatori/committenti dell’opera presentati può essere modificata attraverso l’inserimento di dati da parte dei navigatori e degli stessi personaggi ritratti facendo comparire aspetti della loro personalità virtuale.
La ricerca di Carlo Zanni verte sul tema del ritratto e, più in generale, dell’identità nell’era informatica.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali