• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 1 persone e non piace a 0 persone

Il Mosè di Michelangelo in S Pietro in Vincoli

il 03 Gennaio 2014 - Segnalato da Roma e Lazio x te
|

info:
Docente: Alessandra Staffieri
Orario d’inizio: h 11.00 (Accoglienza e registrazioni da 30’ prima).
Appuntamento: Piazza di San Pietro in Vincoli, 4/A
Contributo visita guidata: €8 adulti; €4 (13-17); €2 (6-12); gratis (0-5).
Sconti: 2 euro di sconto a chi partecipa a 2 visite organizzate dalla nostra associazione durante la stessa settimana. Se interessati, potrete trovare le informazioni relative alle altre visite in programma sul nostro sito: http://romaelazioperte.blogspot.it
Prenotazioni: romaelazioxte@gmail.com o via sms al nostro accompagnatore Fabio 3883912787, 3383435907 indicando data e titolo della visita, nome e cognome di chi effettua la prenotazione, nr. di partecipanti (specificando eventuale età di bambini), nr. di cellulare e indirizzo mail. La prenotazione è indispensabile per ricevere conferma e x essere ricontattati in caso di variazioni.

Il Mosè di Michelangelo in S Pietro in Vincoli Venerdì 3 gennaio, h 11.00

Il Mosè di Michelangelo e la “tragedia della sepoltura” di papa Giulio II
* visita guidata della Basilica di S Pietro in Vincoli


Secondo la tradizione, mentre papa Leone I confrontava i vincoli che avevano incatenato l’apostolo Pietro nel carcere Mamertino con quelli provenienti dalla Terra Santa (mandati in dono dal Patriarca di Gerusalemme ad Eudossia moglie di Valentiniano III), essi si congiunsero fra loro in maniera inseparabile. La basilica, edificata per volere dell’imperatrice sui resti del Titulus Apostolorum, fu nei secoli ampliata e restaurata più volte, ma deve il suo aspetto attuale principalmente ai lavori voluti da Giulio II della Rovere, che ne fu titolare negli anni precedenti la sua elezione al soglio pontificio (1503), e che qui ha il suo monumento funebre. Monumento disegnato e scolpito da Michelangelo Buonarroti, che lo descrisse come “la tragedia della sepoltura”. L’opera commissionata nel 1505 fu terminata, dopo una genesi complessa e sofferta, esattamente quarant’anni dopo (1545). La nostra visita ci darà modo di analizzare questa magnifica opera, testimonianza tangibile del tormentato sentimento dall’artista, costretto più volte a modificare il suo progetto iniziale. Nella chiesa sono inoltre conservate opere del Domenichino, del Guercino, e del Bregno, un mosaico medievale con l’unica rappresentazione di S Sebastiano anziano e barbuto, e la tomba di Antonio e Piero del Pollaiolo.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali