• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

“Caldo come il deserto, freddo come il marmo” Brahim Achir, un viaggio tra Oriente e Occidente

dal 24 Febbraio 2012 al 13 Marzo 2012 - Segnalato da Associazione Gap
|

info:
“Caldo come il deserto, freddo come il marmo”
Mostra personale di Brahim Achir
Location: Museo di Villa Vecchia - Villa Doria Pamphilj - Via Aurelia Antica 183 (RM)
Periodo: 24 Febbraio 2012 / 13 Marzo 2012
Orari d’apertura: tutti i giorni feriali dalle 9,30 alle 13,00 o telefonare per appuntamento.
Vernissage: Venerdì 24 Febbraio 2012 - Ore 18.30
Ingresso Libero
Catalogo: Daphne Museum


Venerdì 24 Febbraio 2012 l'Associazione G.A.P, con il patrocinio di Roma Capitale e della Regione Lazio, inaugura l’esposizione “Caldo come il deserto, freddo come il marmo” nella prestigiosa location del Museo di Villa Vecchia, luogo animato dallo splendore dei marmi antichi rinvenuti nell’area della storica Villa Doria Pamphilj, il cui contatto con il lavoro di Brahim Achir darà vita a una suggestiva fusione di antichità e modernità, di ispirazioni orientali e occidentali.
Brahim Achir è un pittore di raffinata maestria: la sua pittura a olio, fortemente materica, s’accende di cromie calde evocanti i colori dell'Africa con cui crea sia visioni di paesaggi sconfinati, quasi metafisici, che immagini di donna la cui energica presenza e i cui sguardi taglienti fissano l’osservatore proiettandolo in una dimensione fantastica, fatta di spazi e architetture in cui si fondono in perfetta armonia i ricordi della sua terra di origine con le suggestioni tipiche di Roma.
La mostra racconta, nel suo incrociarsi e sovrapporsi di antico e moderno, di cromie calde e marmorei livori, la ricerca dell'eternità attraverso l'eccellenza nella pratica artistica, tematica molto cara all’artista algerino.
Quale luogo poteva meglio ispirare una simile sincronia di tempi e qualità artistiche se non Roma, città di storia e bellezza che l’artista stesso ha elevato a propria casa adottiva e sede di lavoro, sin dai tempi del suo primo, viscerale innamoramento per essa? Nel cuore storico della Capitale, Achir porta l’atmosfera della cultura mediterranea.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali