• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Unisciti a Romacheap su FaceBook

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

PIEVE A COLORI, una mostra di Angelo Bucarelli

dal 23 Ottobre 2011 al 15 Gennaio 2012 - Segnalato da chiara bauco
|

info:
Ufficio stampa :
Maddalena Santeroni, Chiara Bauco tel. 06 5815223 392 6323491
maddalenasanteroni@hotmail.com info@angelobucarelli.com

dal 23 Ottobre 2011 al 15 Gennaio 2012
Museo Civico Diocesano di S. Maria dè Servi - Città della Pieve
Venerdì/sabato/domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18
Informazioni: tel. 0578.299375 065815223

COMUNICATO STAMPA
Museo Civico Diocesano di S. Maria dè Servi - Città della Pieve -
dal 23 Ottobre 2011 al 15 Gennaio 2012

inaugurazione domenica 23 ottobre ore 12 in occasione
delle giornate dello Zafferano
alla presenza del Sindaco Riccardo Manganello

“PIEVE A COLORI”
una mostra di
ANGELO BUCARELLI

Angelo Bucarelli accoglie con l’entusiasmo che gli è solito l’invito di Città della Pieve di allestire nel difficile e suggestivo spazio di Santa Maria de Servi, impianto romanico con rifacimenti barocchi molto singolari, una sua personale, omaggio alla Pieve e ai suoi colori, con nuovi lavori fatti espressamente per il luogo e altri scelti da sue precedenti mostre o istallazioni in cui trova temi in sintonia.
Con assonanze del tutto personali come sempre indaga in un suo vocabolario immaginifico che stimola la riflessione. Le sue parole, come boe galleggianti, emergono raccontando umori e suggestioni ben al di la dei loro significati apparenti e invitano a un lungo viaggio nella memoria attivando un dialogo intimo con noi stessi. I colori o gli umori della Città trasfigurati attraverso l’esperienza anche distante di altri territori sono protagonisti e si ritrovano quasi prigionieri in uno spazio che sembra voler dire molto più dei singoli vocaboli di Bucarelli.
Insistendo nelle sue tematiche sull'identità, la comunicazione, lo scritto contrapposto al visuale, il cognito e l’incognito, Bucarelli continua a sperimentare in questi nuovi lavori un mix di fotografia e tridimensionalità. L'effetto è sorprendente e spettacolare, senza mai perdere il gusto dell’ironico messo al servizio di un contrappunto intellettuale che porta l'osservatore dentro ad un meccanismo più complesso di quello che aveva creduto accostandovisi. Così le parole si animano tra giochi barocchi e minimalisti nelle solide cornici di ferro e nei colori delle terre, degli optical acrilici e delle immagini fotografiche dialogando con l’inquietudine di chi vi si avvicina.
Dalle botole dell’antico pavimento tre prigioni contemporanei cercano con mani argentee di andare oltre. Sono i "sé", i nuovi lavori, con cui Bucarelli gioca con la spazialità fisica e intellettuale, un sé da cui si cerca di uscire, ma anche un sé.... capace di destabilizzare il tempo. Accanto a loro torna "Confine" che con il piombo dei carpentieri Pievesi segna anch' esso un "sé.." fragile e mobile nel verde brillante della campagna circostante e con il rosso dei mattoni. E' ancora uno spazio da attraversare il mare spumeggiante blu come un cielo notturno dell’Umbria di Shaa'r, la Porta della speranza verso un nuovo Io. I bianchi fiori di mandorlo di Mula, gioco tra lingua e dialetto (in provenienza da Trieste) riflette sulla complessità dell’identità umana e il bisticcio tra percezione e realtà (ma quale? Se...). In una cornice piovono gocce d’argento e scandiscono il sottile e inquietante confine tra il tempo e il temporale, tra la meteorologia e il suo scatenarsi; la luce si scompone in orizzonti sintetici dove solo il contrasto, come in un processo alla Mondrian, resta a testimoniare l’essere nell’astrarsi dal tempo in cui è.

dal 23 Ottobre 2011 al 15 Gennaio 2012
Museo Civico Diocesano di S. Maria dè Servi - Città della Pieve
Venerdì/sabato/domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 18
Informazioni: tel. 0578.299375 065815223

Organizzazione: Maddalena Santeroni


Ufficio stampa :
Maddalena Santeroni, Chiara Bauco tel. 06 5815223 392 6323491
maddalenasanteroni@hotmail.com info@angelobucarelli.com

www.angelobucarelli.com

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali