• Partecipa anche tu segnalandoci un evento a basso costo
  • feed rss di romacheap.it
  • Aggiungi Romacheap alla tua home page di google

Dai il tuo parere!
Trovi che questa segnalazione sia interessante o utile? Che sia in linea con lo spirito di RomaCheap? Oppure pensi che sia un abuso o troppo poco "cheap"?
Cliccando sulle due icone qui in basso puoi dare il tuo giudizio su questa segnalazione e così aiutare anche gli altri utenti ad orientarsi sulle diverse offerte.

Non mi piaceMi piace

Il giudizio degli utenti!
Questa segnalazione piace a 0 persone e non piace a 0 persone

Giovanno de Cataldo | San Lorenzo

dal 10 Febbraio 2018 al 17 Marzo 2018 - Segnalato da z2o Sara Zanin Gallery
|

info:
z2o Sara Zanin Gallery
Via della vetrina 21, Roma

T. 0670452261
da martedì a sabato ore 13-19

Ingresso libero

GIOVANNI DE CATALDO
San Lorenzo
Testo di Cecilia Canziani

Opening sabato 10 febbraio 2018
10 febbraio > 17 marzo 2018

z2o Sara Zanin Gallery è lieta di presentare la prima mostra personale di Giovanni de Cataldo (Roma, 1990).

San Lorenzo comprende un corpus di nuove opere: sono prelievi dal tessuto urbano, brani di città risemantizzati attraverso un’operazione di appropriazione, rotazione e trasformazione dell’oggetto che ne rende leggibili i valori plastici e pittorici.

Proseguendo una ricerca che parte dall’analisi delle proprietà scultoree di materiali edili come asfalto e cemento; dalla ricognizione del contesto urbano nei suoi elementi funzionali – strade, guardrail, recinzioni temporanee; dall’indagine delle tracce inscritte nel paesaggio – graffiti, segni, forme come testimonianza di un continuum della storia, la mostra indaga la relazione tra oggetto e sguardo.
Reti edilizie in PVC sembrano evocare la griglia come composizione modernista che evoca alla specificità mediale della pittura, le curve concave e convesse dei guardrail accidentati, il cui ritmo è interrotto e complicato dall’impatto con un’automobile, sono evidenziate dalla cromatura, dalla verniciatura o dall’applicazione di tessuto, le coperture delle fontane dell’acqua pubblica di Roma, replicate in marmo, alluminio e cera sono riproposte allo sguardo come fossero elementi di un bassorilievo.
La superficie, sia che evochi la bidimensionalità della pittura, sia che insista nella piega come punto generativo della scultura, è il luogo dialettico dove lo sguardo si appunta e viene riflesso, moltiplicato o negato ¬– in movimento.

RomaCheap su Facebook - Unisciti a noi
  • Voli low cost da Roma
  • Sconti e convenzioni
  • Mercatini vintage
  • home exchange e couch surfing
  • Film nelle sale
  • Piste ciclabili
  • Muri liberi e personali